Ringraziamento di Padre Giulio per il suo 25° anniversario di sacerdozio, 16 novembre 1992, Chiesa Madre San Tommaso Apostolo, Butera

Ho la gioia di portare avanti la causa del Signore e ringrazio tutti i miei fratelli nella fede, tutte le mie sorelle nella fede, a cominciare da quelli che il Signore ha messo sulla mia strada quando ho iniziato ad essere sacerdote nella Chiesa, già nella parrocchia di San Rocco; la comunità della parrocchia Madrice di Villarosa (e ci sono qui anche quelli di Villarosa); ringrazio tutti i fratelli che ho incontrato nel Signore a Piazza Armerina (e ci sono pure) e poi quelli di Enna (e ci sono pure), e tutti gli altri fratelli e sorelle che si trovano in altri paesi, a Gela, Mazzarino, Agrigento. La fede nel Signore, oltre che l’amicizia, ci unisce. Vi ringrazio tanto.

E poi tutti i miei fratelli e sorelle di Butera, non solo della parrocchia dove io faccio il presbitero, ma anche delle altre parrocchie: San Rocco, Maria Ausiliatrice. E ringrazio anche le autorità che hanno voluto gentilmente essere presenti a questa partecipazione di tutta la città. E infine ringrazio il coro, che ha voluto impegnarsi molto a farci pregare in questi giorni e perciò si è affaticato, ha sostenuto la fatica della preparazione.

Ma un grazie particolare va a mia madre, a mio padre che è presente come Fabrizio. Un grazie particolare anche a Fabrizio, che io prego ogni giorno; ne sento molto la mancanza, ogni giorno, però so che prega per me, lo ringrazio. Mio padre… E poi tutti voi: fratelli, sorelle, nipoti, cugini, con cui preghiamo, facciamo un sacco di cose insieme. Siete anche voi bellissimi, mi aiutate ad essere prete. Non mi siete stati mai d’ostacolo, anzi mi siete stati tanto, tanto d’aiuto. Il Signore vi voglia bene.

Chiedo al Vescovo che voglia implorare la benedizione su questa comunità meravigliosa.

Annunci

3 thoughts on “Ringraziamento di Padre Giulio per il suo 25° anniversario di sacerdozio, 16 novembre 1992, Chiesa Madre San Tommaso Apostolo, Butera

  1. Ieri navigando sul sito ” Ricordando Don Giulio Scuvera” ho visionato alcune foto di Giulio.
    Quanta emozione!! In pochi minuti ho rivisto la mia vita, le mie scelte, le mie gioie e miei
    dispiaceri. Giulio l’ha segnata profondamente. Egli è stato per me una guida salda, sicura.
    Egli è stato un amico, un fratello, un educatore. Oggi se sono nuovamente cristianamente impegnato lo debbo a lui. Negli ultimi anni ci siamo un pò persi di vista, ma è stato sempre nel mio cuore.
    A rivedere quello foto il mio viso si è bagnato e ho capito quanto mi manca ! Si mi manca maledettamente.
    Non voglio aggiungere altro a queste poche e povere riga, con sincerità ho espresso il mio volergli bene.
    Sento che lui è in paradiso con il nostro Padre comune, sento che è un angelo e spero che diventi il mio “angelo custode”.

  2. Meraviglioso è anche come ci hai insegnato a dire “grazie”, ad essere riconoscenti, ad apprezzare ogni gesto, piccolo o grande che fosse. Quando mi ringraziavi – e mai te ne sei dimenticato! – per la più semplice gentilezza, magari neanche fatta con particolare attenzione, tu davi ad essa un valore, una rilevanza speciale, e io mi sentivo spinta a fare sempre meglio. E vorrei tanto averti detto un po’ più spesso: Grazie, grazie, zio Giulio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...